Home » L'Ente » Statuto

Capo VI - I contratti

Art. 46 - Norme generali
1. Alle opere, alle forniture, alle locazioni ed ai servizi in genere si provvede con contratti secondo le norme e le procedure previste dalle leggi regionali e statali e dal regolamento per l'amministrazione del patrimonio e per le contabilità generale dello Stato.
2. L'attività contrattuale dell'Ente si svolge nei limiti della programmazione di bilancio, secondo principi di efficienza, di economicità e in vista del migliore impiego delle risorse disponibili.

Art. 47 -Trattativa privata
1. Nei casi in cui è ammesso dalla normativa vigente in materia il ricorso alla trattativa privata, devono essere interpellate più imprese e, comunque. In numero non inferiore a tre.
2. Si prescinde dall'obbligo di cui al comma precedente:
a) per la fornitura o la prestazione che una sola ditta può fornire con i requisiti tecnici richiesti, nonché per i beni la cui produzione è garantita da privative industriali;
b) per l'affidamento al medesimo contraente di fornitura destinata al completamento, al rinnovo parziale o all'ampliamento di quelle esistenti, qualora il ricorso ad altri fornitori costringesse l'Ente ad acquisire materiale di tecnica differente il cui impiego o la cui manutenzione comporterebbe notevoli difficoltà o incompatibilità tecniche;
c) per l'affidamento di studi, ricerche e sperimentazioni a Enti, persone o ditte, aventi alta competenza tecnica o scientifica;
d) per la locazione, attiva o passiva, di immobili.
3. Per gli atti contrattuali di non rilevante entità, sono ammesse procedure semplificate e informali con l'utilizzo anche dei mezzi telematici per lo scambio di corrispondenza e informazioni.

Art. 48 - Forme contrattuali
1. I contratti conseguenti a procedure di asta pubblica e appalto concorso sono stipulati in forma pubblica.
2. In tutti gli altri casi i contratti possono essere stipulati anche per scrittura privata firmata dall'offerente e dal dirigente che rappresenta l'Ente o per scrittura privata autenticata. La scrittura privata può assumere anche le seguenti forme:
a) corrispondenza secondo gli usi del commercio;
b) obbligazione sottoscritta in calce al capitolato o disciplinare;
c) atto separato di obbligazione costituito da lettere offerta sottoscritta dall'offerente e accettata dall'Ente.

Art. 49 - Spese in economia
1. Con apposito regolamento, nel rispetto della normativa vigente in materia, saranno stabiliti i casi, le procedure e le modalità per l'esecuzione di lavori, forniture e servizi in economia.